Cosa fare se2018-05-28T16:26:51+01:00

ZANELLA – FAQ

ATTIVA 24 ORE SU 24

L’impresa Zanellasi adopera ogni giorno per la sua formazione accurata, garantendo un’efficiente organizzazione e sicurezza nel disbrigo di ogni incarico, con la sensibilità e l’etica morale essenziali nei delicati momenti di cordoglio. Fin da subito Zanella instaura con le famiglie fiducia e sicurezza, valorizzando il sentimento umano per i propri cari defunti con rispetto e dignità. E’ così che opera Zanella Onoranze Funebri, differenziandosi in ogni momento per lo stile e la capacità professionale dei servizi resi, con reperibilità h24.

COSA FARE SE

Alcune domande d’aiuto che ti possono essere utili o che ti sei posto prima o dopo il funerale di un tuo caro.
Zanella Onoranze Funebri risponde a quelle più importanti e richieste dalla clientela.
Cosa fare se…?

Scade la sepoltura2018-04-12T12:40:37+01:00

Alla scadenza del periodo di concessione (per i vecchi contratti sono 50 anni) il comune provvede alla estumulazione regolare per raccogliere i resti della salma del congiunto. Il comune provvederà a tumulare la cassettina ossario in un apposito loculo ossario senza spese per i parenti dei defunti. Se non fosse possibile ridurre i resti, cioè la salma non fosse mineralizzata, il comune provvederà ad inumare la salma nel campo comune per un periodo ulteriore di 10 anni. Nel caso in cui la famiglia desideri provvedere alla estumulazione straordinaria prima che finisca il periodo di concessione, per riunire le spoglie del coniuge deceduto recentemente con i resti del coniuge deceduto almeno 35 anni prima, l’operazione è da gestire con un piccolo tempo per organizzare le operazioni cimiteriali.

Volessi trasferire un congiunto2018-04-12T12:40:00+01:00

Tale opportunità è collegata alle disponibilità di uno spazio in un cimitero, che può essere acquisita anche nel luogo di residenza di un parente diretto (figlio, coniuge). E’ possibile formulare richiesta per riunire più defunti legati da un vincolo di parentela comune. La concessione degli spazi è collegata alla disponibilità dei cimiteri prescelti. E’ consentita alla scadenza della concessione o, con apposita richiesta, anche in tempi diversi in determinati periodi dell’anno.

Desidero la cremazione2018-04-12T12:39:19+01:00

L’autorizzazione alla cremazione è rilasciata dal Comune ove avviene il decesso. Se il defunto era socio di una società di cremazione, si espleta una semplice formalità burocratica a cura della nostra organizzazione. Altrimenti il parente più prossimo, o la maggioranza dei parenti di primo grado debbono rendere dichiarazione circa la volontà del defunto di fronte all’ufficiale di stato civile. Il costo è variabile in base al luogo e all’eventuale trasporto. Le ceneri possono avere tre destinazioni: può essere chiesto l’affidamento nell’abitazione dei parenti; oppure possono essere deposte in un loculo ossario del Comune; oppure possono essere disperse nell’ambiente in un luogo all’uopo dedicato dal comune o nel cinerario comune del cimitero.

Desidero scegliere la sepoltura2018-04-12T12:38:12+01:00

Se non si dispone di una tomba di famiglia, la scelta è tra inumazione (in terra) e tumulazione in loculo. Il cimitero di spettanza è quello del luogo di residenza anagrafica, o del luogo dove avviene il decesso. Le disponibilità dell’una o dell’altra tipologia devono essere verificate di volta in volta.

Il decesso è avvenuto all’estero2018-04-12T12:37:36+01:00

In questi casi il rimpatrio del defunto è consentito, ma regolato dalle norme di Legge e sanitarie del paese in cui è avvenuto il decesso. Contattare un operatore locale è utile solo dopo aver avuto informazioni dalla locale sede diplomatica.

Il lutto avviene per cause accidentali2018-04-12T12:36:54+01:00

Se il decesso è avvenuto a seguito di un incidente, sulla pubblica via, o in assenza di testimoni la salma viene trasferita all’obitorio dell’ospedale più vicino per la conservazione della salma. Il medico curante può evitare l’esame autoptico se certifica le cause naturali e l’autorità giudiziaria non pone un vincolo. Negli altri casi il permesso ad eseguire i funerali, l’eventuale cremazione o la sepoltura è subordinata all’effettuazione di un’autopsia che consenta di determinare le cause. In tutte queste ipotesi è opportuno affidarsi ad un’organizzazione di provata esperienza.

Il decesso avviene in una struttura ospedaliera o in casa di riposo2018-04-12T12:36:19+01:00

La denuncia di morte è rilasciata dalla Direzione Sanitaria. Sarà la nostra organizzazione, su delega dei familiari del defunto, a provvedere alla presentazione della denuncia di morte presso il Comune e a richiederne la certificazione, utile alla famiglia per tutti gli usi che ne conseguono. Normalmente tali strutture sono dotate di un luogo per la conservazione della salma, ma in caso di indisponibilità provvediamo al trasferimento in abitazione o altro luogo idoneo. Sarà a cura dei parenti organizzare il funerale affidandosi all’impresa di loro fiducia. Il conferimento dell’incarico non può avvenire all’interno della struttura ospedaliera in quanto la legge vieta la presenza di personale estraneo alla stessa.

Il decesso avviene nell’abitazione2018-04-12T12:33:44+01:00

È rilevante la tempistica dell’intervento per preservare la conservazione della salma in abitazione, organizzare le esequie provvedere alla scelta della sepoltura. È possibile trasferire la salma dall’abitazione alla camera mortuaria dell’ospedale più vicino. La certificazione di avvenuto decesso è compilata esclusivamente dal medico curante. È consigliabile affidarsi ad un’organizzazione esperta come la nostra che disponga di tutti i requisiti previsti dalla normativa regionale n° 18/2010.

mettiti in contatto

Zanella Onoranze Funebri Adria

Compila il form per essere ricontatto il prima possibile da un nostro responsabile!

I campi contrassegnati dal simbolo * sono obbligatori.

Onoranze Funebri Zanella
Via Peschiera, 13 – 45011 Adria (RO)
Tel. 0426 21534 – Fax 0426/22875
E-mail: info@ofzanella.it





Acconsento al trattamento dei dati sopra inseriti del Regolamento UE n.2016/679 sulla protezione dei dati personali consultabile QUI.